Stai navigando sul sito web per i clienti provenienti da: Italy. In base ai dati sulla posizione, la versione suggerita della pagina è USA / US
Pannello cliente
Nel tuo carrello
Registrati

Alimentatori LED con interfaccia Bluetooth

2020-09-11

La miniaturizzazione avanzata dei moduli di comunicazione wireless con una simultanea riduzione del loro prezzo è il motivo per cui il modulo di trasmissione radio può essere reperibile quasi ovunque. Nonostante ciò, l'incorporazione di questo modulo nell'alimentatore LED è una solazione molto innovativa e offre una facilità senza precedenti di creazione di sistemi di illuminazione. Se a questo aggiungiamo la disponibilità di un popolare standard di trasmissione dati come ad es. il Bluetooth, otteniamo la possibilità di creare sistemi di illuminazione funzionali, unici, facili da gestire e controllare, destinati all'impiego in edifici, sale, locali, ecc.

Alimentatori LED con interfaccia Bluetooth

L'interfaccia Bluetooth è molto conosciuta per l'impiego nei kit di cuffie. Un'altra applicazione popolare è l'emulazione della porta seriale virtuale UART, che consente il trasferimento dei dati tra i dispositivi, il più delle volte tra computer PC e smartphone. Per via della loro natura stessa, si tratta di connessioni point-to-point, impossibili da utilizzare per il controllo di vaste reti di dispositivi.

Una delle tendenze più importanti nei dispositivi di comunicazione wireless sono le reti per IoT, Industry 4.0 e gli edifici intelligenti. Queste tendenze sono state notate anche da un consorzio coinvolto nello sviluppo dell'interfaccia Bluetooth e da aziende che lavorano con esso; pertanto non sorprende che le versioni successive siano sempre più focalizzate non tanto sui dispositivi audio, quanto sulle soluzioni a risparmio energetico alimentate a batteria o alle fonti di energia rinnovabile, utilizzate proprio in tali impianti.

Bluetooth e reti a maglie

Come accennato, l'interfaccia Bluetooth era finalizzata principalmente alle connessioni point-to-point. È pur vero che esisteva un profilo che permetteva la creazione di reti locali PAN (Personal Area Network); tuttavia veniva usato molto raramente, poiché si trattava di reti con velocità di trasmissione piuttosto bassa e possibilità limitate.

Il Bluetooth nella versione 4.0 consente la creazione di reti a maglie. Il loro vantaggio principale è la copertura praticamente illimitata, poiché i dati possono essere trasmessi dal dispositivo base al nodo di rete e successivamente da un nodo all'altro. Un nodo all'interno di questa rete è costituito da un dispositivo qualsiasi che, oltre al trasferimento dei dati, può anche presentare diverse funzionalità. Può, ad esempio, eseguire una funzione aggiuntiva di display, interruttore, sensore ecc. Le reti a maglie sono ideali per la comunicazione all'interno di un edificio intelligente, poiché offrono una copertura praticamente illimitata. I dati al loro interno possono essere trasferiti, ad es. da un piano all'altro, da una stanza all'altra, senza la necessità della posa di cablaggi dalla struttura complessa. Un vantaggio molto grande inoltre è la possibilità di modificare facilmente tale rete. È importante sottolineare che il protocollo di comunicazione dell'interfaccia Bluetooth sin dalle prime versioni era ben protetto; infatti include l'autenticazione del dispositivo e la crittografia dei dati, ciò rende molto difficile l'accesso non autorizzato alla rete.

Alimentatori con comunicazione wireless

Gli ingegneri dell'azienda MEAN WELL, noto produttore di apparecchi elettrici, hanno avuto un'idea brillante che si adatta perfettamente alle tendenze del mercato. Hanno deciso di dotare l'alimentatore LED di un modulo di comunicazione Bluetooth Low Energy 4.0 programmabile. Questa soluzione apre la strada al controllo dell'illuminazione mediante l'utilizzo di dispositivi popolari come smartphone, tablet, personal computer e microcomputer, come ad esempio Raspberry Pi. L'incorporazione del modulo radio direttamente nell'alimentatore ha semplificato notevolmente il sistema di controllo dell'illuminazione - il controllo avviene tramite l'alimentatore stesso, pertanto nel luogo in cui non sono necessari ulteriori dispositivi intermedi per questo scopo.

I nuovi alimentatori dell'azienda MEAN WELL sono stati sviluppati in collaborazione con l'azienda europea Casambi, creata per sviluppare e migliorare le soluzioni di rete a maglie Bluetooth. I moduli di comunicazione Casambi sono integrati negli alimentatori della serie LCM-25/40/60BLE. Queste serie di alimentatori consentono l'impostazione della corrente di uscita all'interno della gamma di potenza disponibile (il numero inserito nella denominazione dell'alimentatore determina la potenza massima di carico), ciò consente l'alimentazione di LED collegati in diverse configurazioni utilizzando gli stessi alimentatori, dopo aver impostato la corrente di uscita mediante gli interruttori DIP. Le configurazioni di corrente e tensione di carico disponibili, per facilitare l'impostazione, sono riportate sugli alloggiamenti dei singoli modelli (fig. 1).

LCM-25BLE

Fig.1. Alimentatori della serie LCM-25BLE.

  • Possibilità di alimentare LED in diverse configurazioni. Tensione/corrente di uscita impostate mediante l'interruttore DIP.
  • Alloggiamento in plastica, classe II.
  • Meccanismo PFC attivo.
  • Efficienza energetica fino al 90%.
  • Dimmerazione dell'illuminazione mediante Bluetooth e pulsante.
  • Protezione contro cortocircuito, sovratensione, surriscaldamento.
  • Resistenza alle sovratensioni di rete fino a 2 kV (L-N).
  • MTBF > 50 mila ore.

La possibilità di modificare i parametri di tensione e corrente di uscita rappresenta una grande comodità per l'installatore dell'impianto e il tecnico di assistenza. La prima soluzione consente di ridurre il numero di dispositivi presenti nel sistema di illuminazione e in magazzino, la seconda facilita notevolmente il lavoro, poiché la sostituzione del modulo di alimentazione danneggiato con uno nuovo o la modifica della configurazione dei LED comporta solo l'impostazione della corrente di carico, e non è più necessario disporre di molti moduli per diverse varianti di collegamento. È inoltre importante che entrambi i modelli possano essere utilizzati con successo in impianti di illuminazione per interni o esterni.

Possibilità di controllo dell'illuminazione

L'azienda Casambi ha preparato un'app dedicata per controllare l'alimentatore LED. Questa app consente di raggruppare gli alimentatori, impostare scenari, timer, dipendenze, ecc. Gli alimentatori possono anche essere gestiti utilizzando dispositivi compatibili con il protocollo di comunicazione sviluppato dalla Casambi, come ad esempio interruttori a parete o sensori di luce, mediante i quali è possibile estendere la copertura di rete ed eseguire sistemi di illuminazione personalizzati ed intelligenti. Ciò offre la possibilità di creare algoritmi avanzati di controllo dell'illuminazione, utilizzati per ottenere un determinato effetto estetico o un risparmio energetico di vasta portata.

Oltre alla possibilità di gestione mediante l'app, gli alimentatori inoltre dispongono di un ingresso liberamente programmabile, attivato mediante un pulsante collegato al cavo neutro della rete elettrica (Fig. 2). Questo ingresso può essere programmato per controllare non solo l'alimentatore direttamente collegato, ma anche il gruppo o tutti gli alimentatori, consentendo l'accensione/lo spegnimento dell'illuminazione, di un singolo punto luce, gruppo di punti luce, cambiamento di scenario.

Pulsante programmabile

Fig. 2. Collegamento del pulsante con funzionalità programmabili

La rete a maglie Bluetooth Low Energy 4.0 nella variante sviluppata dall'azienda Casambi opera in modalità di auto-organizzazione, il che solleva l'utente o l'installatore dalla necessità di eseguire una configurazione complicata. In questa modalità, la copertura di rete (portata) è massimizzata con l'aiuto dei dispositivi che operano al suo interno e non vi è bisogno di gate e piattaforme aggiuntive. L'app Casambi, che gestisce il funzionamento degli alimentatori, e pertanto delle sorgenti di luce alimentate, può essere connessa al cloud per l'archiviazione dei dati e il report dello stato di funzionamento.

Per concludere

Nel realizzare l'impianto di illuminazione di un edificio intelligente, vale la pena interessarsi ai prodotti del marchio MEAN WELL. Questi prodotti godono non solo di una buona reputazione, ma sono anche funzionali e offrono una vasta gamma di opzioni di configurazione e applicazione. Tra i prodotti del marchio MEAN WELL troveremo non solo gli alimentatori della serie LCM, ma anche driver LED senza regolazione di corrente o tensione, ma dotati di uscita PWM, che consente la regolazione della temperatura del colore e dell'intensità di illuminazione. Ad esempio può essere utilizzato il modello PWM-120BLE, con potenza 120W e tensione di uscita (a seconda del modello) da 12 a 24V. L'ampia gamma di tensione di ingresso (90... 305V AC) consente l'utilizzo del driver in quasi tutte le applicazioni di illuminazione. Il modello PWM-120BLE dispone di un modulo BLE 4.0 integrato dell'azienda Casambi, che consente la comunicazione remota e il controllo dell'illuminazione.

Inoltre vale la pena ricordare che tra i prodotti del marchio MEAN WELL vi sono anche driver LED senza interfaccia wireless.

Scopri la gamma completa di alimentatori LED del marchio MEAN WELL

LEGGI ANCHE

Il tuo browser non è più supportato, scarica una nuova versione

Chrome Chrome Scarica
Firefox Firefox Scarica
Opera Opera Scarica
Internet explorer Internet Explorer Scarica