EVENTI

2018-08-21

Rover marziano del team Raptors all’University Rover Challenge 2018

Rover marziano del team Raptors all’University Rover Challenge 2018

 

Nei primi giorni di giugno il team Raptors, appoggiato dalla TME, per la terza volta ha partecipato alla gara dei rover marziani all’University Rover Challenge 2018. Le squadre finaliste erano 36 e provenivano da tutto il mondo.

La gara era composta di 5 competizioni, incluse le quattro sfide ”fuoristrada” nel deserto accanto alla stazione MDRS nello stato di Utah. Ogni competizione durava da 25 a 55 minuti e riguardava tutti gli aspetti che il rover marziano potrebbe affrontare dopo un atterraggio con l’astronauta sul pianeta rosso – campionatura del suolo, gestione del pannello di comando, guida nel terreno difficile con la consegna degli oggetti nei punti predefiniti e guida in autonomia.

Quest’anno c’erano tante sorprese. Il robot del team Raptors si è insabbiato su un pendio, il che ha costretto gli operatori ad un’operazione rischiosa per girarlo. In conseguenza, il rover si è ribaltato e da un pendio di 20 metri è caduto in un crepaccio. Era la fine della competizione. Il robot ha rotto la benna sul manipolatore e l’asta delle antenne, e tutta la sospensione si è completamente schiacciata.

Nonostante tutti questi problemi, gli studenti del Politecnico di Łódź hanno migliorato il risultato. Sono arrivati quarti accumulando 317.58 punti. Per essere tra le prime tre squadre ci volevano altri 5 punti, ma questa è solo la conferma che il team Raptors è tra le migliori squadre che costruiscono i robot mobili.

Congratulazioni e vi auguriamo tanti altri successi!

 

 

 
lazik_raptors_2018_1
 
lazik_raptors_2018_2
 
lazik_raptors_2018_3
 
lazik_raptors_2018_4
 
lazik_raptors_2018_5
 
lazik_raptors_2018_6
 
lazik_raptors_2018_7

linecard

Per vedere il prodotto scegli il produttore o la categoria

Quick Buy

?
simbolo del prodotto quantità
Anteprima

Altre opzioni Quick Buy

Questa vetrina utilizza i file cookie. Clicca qui, per avere maggiori informazioni sui file cookie e sulla gestione delle impostazioni.

Non mostrare più